La donna del futuro

L’altro giorno stavo pensano a come sarà la donna del futuro.
Ho cercato di sostituirmi all’evoluzione ed immaginare di selezionare le caratteristiche delle donne che avranno più possibilità (o voglia) di riprodursi.
La cosa che mi è venuta subito in mente: sicuramente la donna del diecimila sarà come minimo ambidestra.

Alla fine mi è apparso questo flash: una donna che allatta al seno il figlio sorretto da un’imbragatura, con una mano cucina, con l’altra lavora. Alla fine delle gambe non ha più i piedi ma mani e con una aiuta il figlio grande con i compiti. Con la mano/piede rimasta libera si dedica ad uno svago.

Ne sono sicura, diventeremo così. Già adesso dobbiamo trovare il tempo per cento cose contemporaneamente, figuriamoci tra chissà quanti secoli.

E l’uomo del futuro, come sarà?
Sicuramente molto collaborativo con la sua donna (sì, speraciiiiiiiii! XDDDDDDD)

I mille volti dei miei figli

Tu credi di avere due figli, invece in realtà ne hai molti di più, un po’ come le Barbie. Ricordi? C’è Barbie ballerina, Barbie pizzaiola, Barbie astronauta…
Ecco i miei:

Raoul, l’uomo che non deve chiedere mai.
Festa di fine scuola, tutti in gruppo a cantare l’inno nazionale. A destra una bambina di orgine italiane a sinistra una (credo) nordafricana.
Ad un certo punto, la bambina italiana gli dà un bacio sulla guancia, dopo poco anche l’altra la imita. Lui, impassibile.

Raffa, la nudista
Siamo in casa, ad un certo punto Raffa dice: “Io maeeeeee!”, si spoglia completamente e corre nuda per casa. Ho provato a rivestirla ma continuava ad insistere di essere al mare. Per le vacanze andremo dai nudisti…

Raoul, il modaiolo
Nonostante si percepiscano diecimila gradi sopra zero, Raoul vuole mettere i jeans lunghi. A suo dire, i pantaloni corti sono da bambino piccolo. Vabbeh, sono fissata con l’ottocento ma non pensavo che fosse ereditario…
Non contento, li vuole abbinare con una camicia (almeno questa è a maniche corte) che ha imparato ad abbottonarsi da solo (non ha ancora quattro anni, io ne ho ventotto e non ho ancora capito come non ci si abbottona “zoppi”)
Indossante in suo completo preferito, se ne vanta con tutti i presenti, definendosi elegante.

Raffaella, la sirenetta
Adora l’acqua. Quando è il momento del bagnetto esulta e si lava da sola. Passa delle mezze giornate giocando con il rubinetto e se si tenta di fermarla protesta dicendo che deve finire di lavarsi le mani. Vuole lavarsi i denti, specialmente prima del pasto. Al mare non si riesce a convincerla a tornare sulla spiaggia. Sarà mica perché da piccola piangevo perché non avevo una coda e davo della stupida ad Ariel perché aveva rinuciato ad essa per un uomo (nemmeno tanto bello)?